Italiano / English / Español

Libri

Otto

L’infinito rinasce in un istante

Il futuro è già accaduto
esattamente come ti piace
così ti precedi ad ogni passo
è una storia a lieto fine
te la devi solo ricordare
se cerchi il compimento nel tempo
non farai altro che ritardarlo,
tarda perché lo cerchi dove non è
fermati, apriti alla pace del respiro
oltre il tempo, l’interesse e la paura
oltre il merito e lo sforzo
raccogli dove non hai seminato
ogni miracolo è già compiuto!

Arcidosso, Effigi, 2020
ISBN 978-88-5524-138-0

Acquista sul sito dell’editore


Io sono

Il settimo sigillo

Tu sei perché io sono
apriti alla meraviglia
respira nella quiete
sei la pace del cuore,
che la meraviglia
si manifesti ora
non restare nell’attesa
non anticipare
non aspettarti coerenza
non aspettarti nulla
Dio è oltre, è l’assoluto,
la potenza assurda
che fa nuove tutte le cose,
apriti alla meraviglia
permettile di rivelarsi
apri il respiro alla sorpresa
emozione, placebo istantaneo
nella pace verace del cuore
canta, apriti, respira, IOSONO!

Arcidosso, Effigi, 2019
ISBN 978-88-5524-048-2

Acquista sul sito dell’editore


Apoteosi

Il poema metafisico dell’acqua che respira

Esisti solo tu e la tua onnipotenza è un’onda vuota
eterna, una vibrazione che non vibra nel tempo ma che
collassa nel tempo e nello spazio come atto di coscienza
in un fenomeno che è sì reale e concreto ma mai vero
perché la verità resta nell’informazione come spirito,
come acqua che respira. Il tuo corpo esiste solo come
informazione, luce da luce, nella luce del pensiero
che se lo rappresenta, esiste come acqua che respira
nello spirito e nella luce di cui è informato.

Arcidosso, Effigi, 2019
ISBN 978-88-6433-964-1

Acquista sul sito dell’editore


Chiedete e vi sarà dato

Il libro eterno dei miracoli

Questo libro ti rivela chi sei, cos’è la realtà e come si manifestano i miracoli. Apriti, resta docile alla vibrazione delle sue parole e ti sarà svelato il segreto della preghiera infallibile, che riscrive la realtà nel miracolo e nella guarigione. È una sapienza eterna che ritroviamo nelle scritture di tutte le tradizioni religiose e nell’ispirazione di chi, come me, si apre e si abbandona al perfetto compimento del corpo divino, che in eterno si rivela, oltre la mente. Il miracolo è apertura e confidente abbandono, è un istante di luce, un impeto spontaneo, una dolce deriva, una calma innocente e disinteressata, una quiete vuota, una risonanza del verbo, un’immagine riflessa. Il miracolo è nel tuo respiro che è spirito nell’eterno dominio delle infinite possibilità. La prima parte del libro illumina in controluce la filigrana esoterica dell’onnipotenza nei vangeli, la seconda parte invece offre preghiere, meditazioni ed espedienti infallibili per il miracolo e la guarigione.

Arcidosso, Effigi, 2018
ISBN 978-88-6433-857-6

Acquista sul sito dell’editore


La quiete vuota

Esercizi metafisici di rivelazione nel perfetto compimento

L’azione più efficace è nell’espediente simbolico del minimo stimolo, che in assoluto è il non stimolo, il non fare nulla, perché in verità, se non faccio nulla, non c’è nulla che non sia perfettamente compiuto. Il minimo stimolo è sottilissimo, al confine della percezione, è un due non due che si sente e non si sente. Se però mi apro e mi abbandono, se osservo e amo, il non stimolo si rivela in tutta la sua devastante potenza, senza sforzo né memoria. Tutto è coscienza e non c’è alcuna differenza fra i fenomeni. Il segreto sta nel non aderire alle rappresentazioni della mente, sta nell’osservarle come se non mi riguardassero, perché in essenza non mi riguardano affatto. Io non sono Francesco, in effetti più lo osservo e più mi accorgo di non esserlo. Se mi osservo infatti, già non aderisco più all’illusione del non essere e me ne separo, mi separo dalla separazione e così mi rivelo senza sforzo nell’essenza eterna dell’uno, perché altro non c’è. Dobbiamo solo osservare, contemplare ed amare. Anche il respiro, che è forma e ritmo dell’universo, va solo osservato posarsi docile come una foglia nel perfetto compimento della quiete vuota. La lentezza consapevole è la potente preghiera di chi non subisce più il ritmo ma lo impone e così dissolve l’illusione della separazione mentre la osserva.

Arcidosso, Effigi, 2017
ISBN 978-88-6433-748-7

Acquista sul sito dell’editore


La luce e la voce

Il terzo occhio della guarigione

Se mi apro all’uno, l’uno si rivela, se mi apro all’energia, l’energia fluisce tanto quanto mi apro, fino all’estrema potenza, se invece mi separo e resisto, nell’illusoria ostinazione di chi vuole contenere l’incontenibile, trovo solo la dolorosa illusione del male, che è malattia e sventura. Lasciate che tutto sia, fatevi andar bene tutto, perché tutto tende all’amore cosciente dell’uno che chiama a sé ogni due. Tutto tende all’uno perché non esiste altro a cui tendere. Questa è la divina provvidenza dell’abbandono e del perdono, il ritorno del Tao, di chi lascia che tutto sia, accetta tutto, dice sì a tutto. Il male nasce dall’ostinazione di voler resistere all’uno. Se resisto soffro. Se cerco qualcosa nel due non la troverò mai, nell’uno invece ce l’ho già, in eterno. Non contrastate il male, perché in verità è una grazia meravigliosa, un messaggio d’amore. Dice Gesù in Matteo (5 – 39, 41): io vi dico: non contrastate il malvagio; anzi, se uno ti percuote sulla guancia destra, porgigli anche l’altra; e a chi vuol litigare con te e prenderti la tunica, lasciagli anche il mantello. Se uno ti costringe a fare un miglio, fanne con lui due.

Arcidosso, Effigi, 2015
ISBN 978-88-6433-613-8

Acquista sul sito dell’editore


Ora et labora

Lo specchio della sublimazione pratica

Una millenaria sapienza filosofica e religiosa, confermata dalle recenti intuizioni della fisica quantistica, illumina questo libro di sublime guarigione da ogni malattia e sventura, alla luce trascendente dello spirito. Così, in un unico punto infinito, senza dimensione né forma, in un unico istante senza durata, l’essere può ritrovare la felicità, la bellezza e la fortuna che in eterno corrispondono alla perfetta unità del principio assoluto. Malattia e sventura, anche nel corpo sociale, svaniscono oltre l’illusione spazio temporale della materia, nell’onnipotente armonia dell’uno infinito.

Arcidosso, Effigi, 2015
ISBN 978-88-6433-575-9

Acquista sul sito dell’editore


Liberaci dal male

La metafisica del nome, della felicità e l’ineffabile potenza dell’uno infinito

Spazio e tempo non esistono, quindi non esiste la materia né il corpo né il dolore. Esiste solo la potenza del pensiero infinito, che percepiamo come energia. Noi siamo energia. La ricerca della felicità è quindi la riscoperta del nostro essere pura energia e spirito, oltre il dominio dell’apparenza e della falsa percezione. Non solo ci percepiamo come individui materiali ma, nella nostra percezione materiale, individuale e spazio temporale, disgreghiamo l’uno del pensiero infinito in una miriade di diversi individui separati ed incomunicabili. La felicità è invece un dominio energetico senza limiti. La creazione dell’universo è solo un’estrazione quantica nell’orizzonte delle infinite possibilità, che si determina e si manifesta nell’illusione di una percezione individuale. Se il pensiero non è cosciente, allora la creazione si manifesta come un’estrazione quantica casuale, via via che il pensiero si fa più cosciente, invece, l’universo perde casualità e va forgiandosi secondo coscienza e volontà. Sono dunque io il divino ed onnipotente creatore dell’universo.

Arcidosso, Effigi, 2015
ISBN 978-88-6433-524-7

Acquista sul sito dell’editore